Turismo in Calabria

Torre Talao a Scalea

Torre Talao a Scalea

"Torre Talao, a Scalea, fu costruita nel XVI sec. come torre di difesa della costa calabrese dagli attacchi dei Turchi per volere di Carlo V."

Scalea - La Perla - Torre Talao - Qui si svolse una delle Battaglie più Sanguinarie dell'Antichità

Su uno scoglio prospicente alla lunga spiaggia di Scalea si trova una costruzione militare, un esempio di architettura militare aragonese nell'Italia meridionale, è la Torre detta Talao, dal nome dello Scoglio.

Lo scoglio pare che in antichità fosse un isolotto, circondato dalle acque del mare, e successivamente sia diventato una penisola in seguito a fenomeni di interramento, mentre oggi è completamente all’asciutto. Pare che lo scoglio fosse un’antica dimora dell’uomo preistorico, nella profondità della roccia, vi sono infatti delle grotte che pare fossero abitate decine di migliaia di anni fa dagli uomini della preistoria.

Interessante è l’attribuzione a questo luogo di vicende che si legano contemporaneamente a epoche storiche sanguinarie e fatti mitologici. I racconti mitologici di Omero collocano in questa area il passaggio di Enea e di Ulisse, qui morì Dracone, compagno del re di Itaca, qui sorse a suo ricordo un Oracolo, molto tempo dopo l'oracolo predisse:"presso Dracone Lajo molto popolo sarà per perire". Infatti nel 389 a.C. avvenne, nella piana del Lao lo scontro tra Lucani contro Laini e Thurini. Una battaglia, una delle più terribili e sanguinarie dell'antichità, in cui persero la vita oltre 10.000 uomini tra fanti e cavalieri.

Sulla sommità dello scoglio, ammantato di verde, nel XVI sec. fu costruita la Torre Talao, una torre di difesa per contrastare gli attacchi dei Turchi. La torre faceva parte di un complesso sistema difensivo delle coste Calabresi, infatti questa è solo una delle 337 torri presenti sul territorio, tutte comunicanti fra loro, compresa quella dell’isola di Dino a Praia a Mare, quella dell’isola di Cirella, quella del Palazzo Ducale a Grisolia, quella di Sangineto, che costituivano un sistema difensivo in grado di proteggere la costa dagli attacchi degli invasori. Il sistema difensivo fu voluto da Carlo V, suggeritogli da don Pedro di Toledo, viceré del Regno di Napoli nel 1573.

La torre fu costruita dalla gente del posto, a loro spese, ognuno partecipò in base alle proprie disponibilità. La torre era dotata di cannoni da guerra che rimasero qui fino al XVII sec. La Torre nel corso degli anni passò di proprietà a varie e importanti casate. Divenne la sede di un cenacolo culturale di una certa importanza, un vero e proprio centro di studi attivo fino agli anni venti. Oggi la Torre Talao è il simbolo della città di Scalea, meta privilegiata delle vacanze al mare in Calabria, sulla costa dell’alto Tirreno Cosentino. La torre è chiusa, ma salire sulla sua terrazza seguendo un sentiero sarà sicuramente piacevole, si potrà ammirare tutta la bella città di Scalea, e i fantastici panorami sul Tirreno, che nelle diverse ore del giorno offrono scenari suggestivi e di infinita bellezza.

Solo nel periodo natalizio la torre è aperta al pubblico ed ospita il presepe realizzato dagli abitanti della cittadina di Scalea su commissione del comune. Ancora più belli saranno nel periodo natalizio i fantastici giochi di luce creati dal sole al tramonto sull'acqua del mare, godibili in tutta la loro bellezza dal promontorio di Torre Talao, una Perla in Calabria.

Come Arrivare...

Visualizzazione ingrandita della mappa
Utilità...
Disclaimer Registra Struttura Contatti
Privacy Accesso Clienti Segnala Evento
Copyright