Turismo in Calabria

Il Parco Nazionale della Sila

Il Parco Nazionale della Sila

"Il Parco Nazionale della Sila è stato istituito nel 2002 per la gestione e la tutela di alcune delle zone più suggestive della regione calabrese."

Il Parco Nazionale delle Sila - Vacanze in Calabria in Montagna, vacanze estive ai laghi, vacanze invernali sulla neve, tra i boschi di Pino Laricio ogni stagione è quella buona per visitare il Parco Silano.

Il Parco Nazionale della Sila, istituito nel 2002 gestisce e tutela alcune fra le zone più suggestive e selvagge nel cuore della regione calabrese, comprese fra le province di Cosenza, Catanzaro e Crotone. L’altopiano della Sila ricoperto per circa l’80% da boschi di pini, faggi, castagni e abeti, si estende su un’area di 73.695 ettari e comprende le aree della Sila Grande, della Sila Piccola e della Sila Greca.

La Sila Grande si estende al centro del massiccio, quasi interamente nella provincia di Cosenza e comprende le zone più popolose ed attive dell'altopiano: Camigliatello Silano, San Giovanni in Fiore e Lorica. Questa è l’area più conosciuta e frequentata per la presenza dei centri per gli sport invernali ben organizzati sul territorio, con gli impianti sciistici di Monte Curcio a Camigliatello e Monte Botte Donato, la cima più alta dell’altopiano, a Lorica, dotato di impianti di risalita e di quattro piste da sci che costituiscono il Complesso del Cavaliere di Lorica, inoltre si può praticare il bob anche d’estate con la pista artificiale. Se d’inverno si va in Sila Grande per lo sci, in altri periodi si va per ammirare la straordinaria bellezza del territorio che comprende l'imponente foresta delle Fossiata e la piccola riserva naturale dei Giganti di Fallistro, colonia di secolari pini larici, ultimi esemplari sopravvissuti a secoli di continui disboscamenti, piante che raggiungono oltre i 40 metri di altezza ed un diametro di quasi 2 metri. Il Parco Nazionale della Calabria ha nella Sila Grande la presenza dei laghi artificiali del Cecita e dell'Arvo, che sono magicamente incastonati nel verde dei boschi silani. Nei pressi del Lago Cecita si trova il centro visite Cupone, con l’orto botanico accessibile ai non vedenti.

La Sila Piccola si estende a Sud con diversi villaggi turistici, il Palumbo, il Mancuso e il Racise, tra i boschi di faggi e di abete bianco, qui si può trascorrere una piacevole giornata di relax sulle sponde del Lago Ampollino, o una piacevole giornata al centro visite Monaco, con percorsi anche per i non vedenti.

La Sila Greca prende il nome dalla presenza delle colonie albanesi.

Il Parco Nazionale della Sila è un luogo meraviglioso, offre ai suoi visitatori, in ogni periodo dell’anno, uno scenario mutevole; dalle montagne innevate, a verdi distese di prato tra gli alberi ad alto fusto tra i quali il pino laricio in gergo detto il pino silano, alberi secolari che sembrano vivere qui da sempre. La maestosità di questi alberi ha da sempre affascinato i visitatori del parco, sin dai tempi in cui i greci colonizzarono le coste calabresi, decantandone la straordinaria e singolare bellezza, attribuendogli il nome di Hyle, i latini invece la chiamarono Silva, il suo nome infatti altro non significa che selva primordiale.

Trovano rifugio in questo ambiente incontaminato molte specie animali, tra cui il simbolo del parco, il lupo appenninico, che è riuscito a sopravvivere fino al 1970 anno in cui è stato posto sotto tutela, perché a rischio d’estinzione. Non si può che rimanere affascinati nel seguire i corsi dei torrenti dalle acque limpide e cristalline che sgorgano lungo itinerari a volte irti e contorti che rendono ancora più viva la foresta. Il Parco Nazionale della Sila, è un parco immenso, tutto da scoprire, la sua scoperta è facilitata dai tanti itinerari percorribili che consentono di ammirare tra le vaste ed imponenti foreste, distribuite su morbidi altipiani, suggestivi ed emozionanti paesaggi, montagne e valli incantate.

Video ai Laghi in Sila
Cliccare sull'immagine per ingrandirla
Lungo uno dei sentieri nel parco, tra i pini larici e le casette di legno Un fungo porcino scolpito nel legno, in Sila se ne trovano molti nel sottobosco Il pino silano, il pino laricio nel centro visite Monaco I daini del parco nazionale della Sila sulle sponde del lago Ampollino le mucche trovano come dissetarsi nelle calde giornate estive
Nei Dintorni...
A Circa 10 Km Taverna tra Arte e Natura
A Circa 20 Km I Parchi Calabresi
A Circa 10 Km I Laghi in Calabria
Come Arrivare...

Visualizzazione ingrandita della mappa
Utilità...
Disclaimer Registra Struttura Contatti
Privacy Accesso Clienti Segnala Evento
Copyright